Blu come l’acqua, blu come il cielo: il viaggio verso nord e l’hammam di Chefchaouen

In una giornata passata in Marocco, l'amica Ileana, conosciuta sulla strada, mi ha detto: "Ora capisco perché i marocchini usano così tanto i colori blu e azzurro per dipingere gli oggetti con cui vivono e le case in cui abitano! Basta guardare la meraviglia di questo cielo, un blu così intenso da affezionarcisi a prima… Continue reading Blu come l’acqua, blu come il cielo: il viaggio verso nord e l’hammam di Chefchaouen

Federico ha imparato a leggere?

Periodicamente la mia mamma mi fa questa domanda, curiosa di sapere a che punto sia Federico nell’apprendimento della letto-scrittura. Se frequentasse una scuola ora probabilmente saprebbe già tutto l’alfabeto, le sillabe, sarebbe già in grado di leggere e scrivere parole semplici, pensieri, piccole frasi. Più il programma di matematica, scienze, inglese, geografia, storia. Ma non… Continue reading Federico ha imparato a leggere?

Il nostro Capo Sud

Siamo in Marocco da venti giorni, e ho ancora l’impressione di avere appena assaggiato l’agrodolce sapore di questo paese. L’intricato percorso che avevamo ipotizzato prima di partire, come al solito, è stato modificato dagli eventi e si è trasformato strada facendo; l’anello che avremmo voluto percorrere scendendo lungo la costa e risalendo nell’entroterra andando all’estremo… Continue reading Il nostro Capo Sud

I bambini di Moulay Bouzerktoun

Arriviamo a Moulay Bouzerktoun nel tardo pomeriggio, dopo una giornata intera di viaggio. I chilometri percorsi sono 220 circa, ma avendo fatto la strada costiera abbiamo proceduto lentamente per via delle grosse buche che si susseguono lungo il percorso. Si sta facendo buio, lasciamo la strada principale per addentrarci in direzione dell’oceano, attraversando il piccolo… Continue reading I bambini di Moulay Bouzerktoun